Offerta imperdibile
Salvato in 166 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Brigate rosse. Una storia italiana
13,78 € 14,50 €
LIBRO
Venditore: laFeltrinelli
+140 punti Effe
-5% 14,50 € 13,78 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
13,78 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
13,78 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Brigate rosse. Una storia italiana - Mario Moretti,Carla Mosca,Rossana Rossanda - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Brigate rosse. Una storia italiana Mario Moretti,Carla Mosca,Rossana Rossanda
€ 14,50
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione


Mario Moretti è stato l'anima delle Brigate Rosse, il principale artefice del sequestro Moro, l'uomo che nei cinquantacinque giorni di prigionia è stato più vicino allo statista, colui che gli ha sparato. In carcere dal 1981, nell'estate del 1993 incontra per sei giorni le giornaliste Carla Mosca e Rossana Rossanda e risponde alle loro domande. Il risultato è questo eccezionale libro-intervista che ripercorre la storia delle BR: la scelta della lotta armata, le prime colonne, la lotta contro lo Stato, il sequestro Moro, la fine. Prefazione di Rossana Rossanda.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

1
2007
Tascabile
16 giugno 2017
XX-269 p., Brossura
9788804678090

Valutazioni e recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
(1)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Recensioni: 5/5

Un libro decisamente ben scritto, che realizza sicuramente il proposito per cui è scritto: la sensazione che produce, che infonde in chi lo legge è quella della "purezza", della "linearità" di un movimento di pensiero, storico, politico; un movimento di idee, anzitutto, che presiede alle degenerazioni che divengono poi terrorismo. Peccato che questa purezza sia soltanto un artificio letterario, e che la realtà, ovviamente, sia ben altra. Le occasioni per cogliere tra le righe e per forzare le chiusure morettiane, proprio laddove risultano più inespugnabili, di certo non mancano, ma sono troppe le righe attraverso le quali bisogna saper leggere, per cui si può dire che trattasi di un libro vero, ma non di un libro sincero. Sfugge appena all'agiografia grazie a qualche domanda, un po' più dignitosa e sfrontata tra le altre, che le autrici sono riuscite a inserire qua e la'. Moretti, e non c'è dubbio che sia lui a contribuire alla scrittura in modo notevole, è un buon comunicatore, dotato pure di un certo senso estetico; e ciò nulla toglie, come già detto, alla inverosimiglianza di ciò che afferma. L'atmosfera finale è rassicurante, spiegazionista, o per un attimo - o una frazione di attimo - anche credibile; ed è questo che in fondo si richiede a un libro, al di là del divario tra giudizio morale e giudizio critico. Chiedere che rappresenti la verità sarebbe chiedere troppo, e mai troppo sarebbe troppo, come lo è in questo caso.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Rossana Rossanda

1924, Pola

Rossana Rossanda, nata a Pola nel 1924, è giornalista e scrittrice. Allieva di Antonio Banfi, antifascista, ha partecipato alla Resistenza. Al termine della Seconda guerra mondiale, si iscrisse al Partito Comunista Italiano. In breve tempo, grazie anche alla sua profonda cultura, venne nominata da Palmiro Togliatti responsabile della politica culturale del PCI. Nel 1963 venne eletta per la prima volta alla Camera dei deputati. Nel 1969 fu radiata dal Pci perché esponente della sinistra critica. Ha fondato la rivista, e in seguito il quotidiano, «il manifesto», con cui ha collaborato fino al 2012.Tra le sue opere: Appuntamenti di fine secolo (ManifestoLibri 1995, con Pietro Ingrao), Brigate Rosse. Una storia italiana (Dalai editore 2002/Mondadori 2007, con Mario Moretti...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore