La battaglia di Varsavia

La battaglia di Varsavia

16 agosto 1920

di Adam Zamoyski

 
FUORI CATALOGO

Descrizione

Adam Zamoyski ha avuto il merito di riempire una pagina bianca di storia europea. Quello che si combatté per due anni fra la Russia bolscevica e la Polonia risorta non fu uno dei tanti conflitti territoriali che scoppiarono, come scosse di assestamento, dopo il terremoto della Grande guerra. Fu il primo scontro tra le due maggiori ideologie del ventesimo secolo: il nazionalismo e il comunismo. I polacchi avevano da poco riconquistato una patria dai confini indefiniti. I leader rivoluzionari del Cremlino ritenevano che la sicurezza del nuovo regime esigesse la diffusione del comunismo nei paesi avanzati dell’Occidente e soprattutto in Germania. Fra il nazionalismo polacco e il nazionalismo russo vi era una «terra di nessuno» composta da ucraini, bielorussi, galiziani, lettoni e lituani: popoli che erano stati, nei secoli precedenti, ora polacchi, ora russi, ora austriaci.Fu quello il primo teatro di una guerra fra opposte religioni, combattuta con fasi alterne da eserciti pittoreschi in cui militavano i resti degli apparati militari di tre grandi imperi scomparsi: lo Stato asburgico, il Reich tedesco e l’impero zarista. A una prima fase in cui le forze del polacco Pilsudski avevano inflitto duri colpi all’Armata rossa, seguì una seconda fase durante la quale i reggimenti di Tuhacevskij e l’Armata a cavallo di Budjonnyi travolsero l’esercito polacco e giunsero alle porte di Varsavia. Fu quello il momento in cui la Polonia, con uno straordinario scatto di energia, provò al mondo che aveva il diritto di essere indipendente. Respinti e inseguiti i russi dovettero firmare un trattato di pace (a Riga, nel marzo 1921) che riconosceva alla Polonia una parte importante dell’Ucraina e della Bielorussia. Fu soltanto un armistizio. Diciotto anni dopo la Russia sovietica avrebbe avuto la sua rivincita. A giudicare dagli avvenimenti degli ultimi vent’anni la guerra russo-polacca non è ancora finita. Ma si combatte fortunatamente con le armi della politica e della diplomazia.

Dopo aver letto il libro La battaglia di Varsavia di Adam Zamoyski ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. L’opinione su di un libro è molto soggettiva e per questo leggere eventuali recensioni negative non ci dovrà frenare dall’acquisto, anzi dovrà spingerci ad acquistare il libro in fretta per poter dire la nostra ed eventualmente smentire quanto commentato da altri, contribuendo ad arricchire più possibile i commenti e dare sempre più spunti di confronto al pubblico online.

Recensioni

Nessuna Recensione presente. Vuoi essere il primo a inserirne una?
Recensioni con x Stelle
Trama
 
Stile scrittura
 
Aspetto estetico
 
Rapporto qualità / prezzo
 
Valutazione complessiva
 

Dettagli

  • Editore:Corbaccio
  • Collana:Collana storica
  • Data uscita:27/08/2009
  • Pagine:192
  • Formato:rilegato
  • Lingua:Italiano
  • EAN:9788879728881




APP18 - Bonus cultura da 500€


I Nostri Partner


 
Cardif
 
Dogalize

Top Adam Zamoyski

Visualizza tutti i prodotti