Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Salvato in 48 liste dei desideri
scaricabile subito scaricabile subito
Info
Il pane perduto
9,99 €
EBOOK
Venditore: laFeltrinelli
+100 punti Effe
9,99 €
scaricabile subito scaricabile subito
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
9,99 € Spedizione gratuita
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
9,99 € Spedizione gratuita
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Il pane perduto - Edith Bruck - ebook
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Chiudi

Informazioni del regalo

Descrizione


Per non dimenticare e per non far dimenticare, Edith Bruck, a sessant’anni dal suo primo libro, sorvola sulle ali della memoria eterna i propri passi, scalza e felice con poco come durante l’infanzia, con zoccoli di legno per le quattro stagioni, sul suolo della Polonia di Auschwitz e nella Germania seminata di campi di concentramento. Miracolosamente sopravvissuta con il sostegno della sorella più grande Judit, ricomincia l’odissea. Il tentativo di vivere, ma dove, come, con chi? Dietro di sé vite bruciate, comprese quelle dei genitori, davanti a sé macerie reali ed emotive. Il mondo le appare estraneo, l’accoglienza e l’ascolto pari a zero, e decide di fuggire verso un altrove. Che fare con la propria salvezza? Bruck racconta la sensazione di estraneità rispetto ai suoi stessi familiari che non hanno fatto esperienza del lager, il tentativo di insediarsi in Israele e lì di inventarsi una vita tutta nuova, le fughe, le tournée in giro per l’Europa al seguito di un corpo di ballo composto di esuli, l’approdo in Italia e la direzione di un centro estetico frequentato dalla “Roma bene” degli anni Cinquanta, infine l’incontro fondamentale con il compagno di una vita, il poeta e regista Nelo Risi, un sodalizio artistico e sentimentale che durerà oltre sessant’anni. Fino a giungere all’oggi, a una serie di riflessioni preziosissime sui pericoli dell’attuale ondata xenofoba, e a una spiazzante lettera finale a Dio, in cui Bruck mostra senza reticenze i suoi dubbi, le sue speranze e il suo desiderio ancora intatto di tramandare alle generazioni future un capitolo di storia del Novecento da raccontare ancora e ancora.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

Testo in italiano
Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
128 p.
9788834605783

Valutazioni e recensioni

4,46/5
Recensioni: 4/5
(8)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(5)
4
(2)
3
(1)
2
(0)
1
(0)
Eka000
Recensioni: 5/5
triste ma necessario

Edith Bruck raccoglie ancora una volta i suoi ricordi in un libro, per non dimenticare la più grande tragedia della storia. E’ una bambina ungherese di 13 anni, dalle lunghe trecce bionde, quando una mattina del 1944 i gendarmi fascisti entrano nella loro casa e prelevano lei e la sua famiglia per metterli su un treno diretto al campo di Aushwitz. La mamma quella notte aveva impastato e messo a lievitare delle pagnotte. Avevano ricevuto in dono la farina da una contadina vicina di casa consapevole della loro povertà e della situazione difficile. Ammassati su un treno, con un secchio in comune per i loro bisogni, non capiscono dove sono diretti e nell’angoscia la mamma pensa a quel pane perduto, come perduta sembra la loro serenità. La mamma viene uccisa non appena arrivati al campo, così come il padre e il fratello. Edith e la sorella Judit si fanno forza a vicenda. Edith racconta delle privazioni, delle violenze e di come si sia aggrappata con tenacia a quei pochi momenti di luce: il cuoco che le regala un pettinino e le chiede come si chiama, in un momento in cui Edith non sente più di avere un nome, ma solo un numero. Un soldato che le lancia una tazza da lavare ma lasciando sul fondo della marmellata per lei, un guanto senza dita per combattere il freddo durante i lavori all’esterno. Edith in seguito alla liberazione vaga nel mondo alla ricerca della sua casa. Lo fa verso l’Ungheria, la sua terra, verso Israele, fino ad arrivare in Italia, e dice “questo è il mio Paese. La parola patria non l’ho mai pronunciata perché in nome della patria i popoli commettono ogni nefandezza. Io abolirei la parola ‘patria’ come tante altre parole: ‘mio’, ‘zitto’, ‘obbedisci’, ‘razzismo….” Impara le lingue, lavora come cameriera, come ballerina e scrive. Perché solo la carta può accogliere quei ricordi che un essere umano non può comprendere pienamente. Un diario intenso

Leggi di più Leggi di meno
 Vee
Recensioni: 4/5

Una storia fortunata, nell’incubo dell’Olocausto. Avrei preferito vincesse questo libro al premio Strega 2021.

Leggi di più Leggi di meno
platino
Recensioni: 3/5
-

speravo di leggere un libro meglio romanzato

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,46/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(5)
4
(2)
3
(1)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Edith Bruck

1932

Edith Bruck, di origine ungherese, è nata in una povera, numerosa famiglia ebrea. Nel 1944, poco più che bambina, il suo primo viaggio la porta nel ghetto del capoluogo e di lì ad Auschwitz, Dachau, Bergen-Belsen. Sopravvissuta alla deportazione, dopo anni di pellegrinaggio, approda definitivamente in Italia, adottandone la lingua. Nel 1962 pubblica il volume di racconti Andremo in città, da cui il marito Nelo Risi trae l’omonimo film. Nelle sue opere ha reso testimonianza dell’evento nero del xx secolo. Ha ricevuto diversi premi letterari ed è stata tradotta in più lingue. Tra le sue opere pubblicate in Italia ricordiamo: Chi ti ama così (Marsilio 1994), L'amore offeso (Marsilio 2002), Lettera da Francoforte (Mondadori 2004), Specchi...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Compatibilità

Formato:

Gli eBook venduti da la Feltrinelli.it possono avere due diversi formati, ePub o PDF, e possono essere protetti da Adobe DRM. In caso di download di un file protetto da DRM si otterrà un file in formato .acs, (Adobe Content Server Message), che dovrà essere aperto tramite Adobe Digital Editions e autorizzato tramite un account Adobe, prima di poter essere letto su pc o trasferito su dispositivi compatibili.

Compatibilità:

Gli eBook venduti da la Feltrinelli.it possono avere due diversi formati, ePub o PDF, e possono essere protetti da Adobe DRM. In caso di download di un file protetto da DRM si otterrà un file in formato .acs, (Adobe Content Server Message), che dovrà essere aperto tramite Adobe Digital Editions e autorizzato tramite un account Adobe, prima di poter essere letto su pc o trasferito su dispositivi compatibili.

Cloud:

Gli eBook venduti da la Feltrinelli.it possono avere due diversi formati, ePub o PDF, e possono essere protetti da Adobe DRM. In caso di download di un file protetto da DRM si otterrà un file in formato .acs, (Adobe Content Server Message), che dovrà essere aperto tramite Adobe Digital Editions e autorizzato tramite un account Adobe, prima di poter essere letto su pc o trasferito su dispositivi compatibili.

Clicca qui per sapere come scaricare gli ebook utilizzando un pc con sistema operativo Windows

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore