Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Offerta imperdibile
Una specie di solitudine. I diari - John Cheever - copertina
Una specie di solitudine. I diari - John Cheever - copertina
Dati e Statistiche
Fuori di libri Post sulla Community Fuori di libri
Wishlist Salvato in 155 liste dei desideri
Disponibile in 2 settimane
Una specie di solitudine. I diari
14,25 €
-5% 15,00 €
14,25 € 15,00 € -5%
Disp. in 2 settimane
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
14,25 €
disponibile in 2 settimane disponibile in 2 settimane
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
14,25 €
disponibile in 2 settimane disponibile in 2 settimane
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Una specie di solitudine. I diari - John Cheever - copertina
Chiudi

Descrizione


John Cheever era un uomo pieno di contraddizioni: amava la moglie e i figli, ma si sentiva profondamente solo; amava le donne, ma amava anche gli uomini; si odiava perché aveva il vizio di bere, ma per gran parte della vita non riuscì a smettere; era un grande scrittore, ma la sua sensibilità era così pronunciata da limitarlo come persona. In queste pagine ci è data la possibilità di seguirlo in un dialogo serrato con se stesso, di starlo ad ascoltare mentre cerca di capire e registrare le infinite variazioni della luce e del suo intimo sentire. Qui la scrittura di Cheever è totalmente libera, folgorante, una fonte di infinita poesia e struggenti considerazioni sulla natura dell'amore, del sesso, del desiderio e della vita.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2015
Tascabile
10 giugno 2015
502 p., Brossura
9788807886218

Valutazioni e recensioni

Recensioni: 4/5

Continuo a pensare che un diario intimo, perfino qualora abbia velleità di pubblicazione già in vita, non debba essere suscettibile di critiche e giudizi estetici/artistici. Come per Pavese, che pure aveva dato ai suoi diari un'impronta più analitica e, in un certo senso, più filosofica, anche per Cheever le pagine rivelano un'esistenza inquieta, cui pure si unisce un evidente spirito vitale, per quanto malinconico. Per mezzo di una scrittura tipicamente americana, quindi limpida e trasparente, Cheever confessa le proprie contraddizioni e i propri tormenti, dall'omosessualità - dapprima vissuta come repressione, poi come scoperta - all'alcolismo, sullo sfondo di un'America e di un mondo che cambiano e che sono raccontati con tenerezza e ironia. Soprattutto queste parole lunghe quarant'anni sembrano sempre preferire l'uomo allo scrittore, e pochi infatti sono i riferimenti ai propri successi letterari, mentre invece costanti sono i riferimenti all'ossessione dei piaceri del corpo, all'amore famigliare e coniugale, al fascino insuperabile del quotidiano. Ed ecco che la poesia non è poi così evidente, si nasconde tra le righe di frequenti episodi ripetitivi e insignificanti, come possono essere le cene con amici e vicini, le passeggiate solitarie, lo spogliarsi degli alberi. Durante il corso della lettura, allora, la più grande rivelazione che si possa avere è che anche i Grandi, per quanto grandi, sono immischiati negli alti e bassi della vita di tutti i giorni, e sono proprio come noi, amano, piangono, mangiano, giocano, soffrono e vengono sconfitti.

Leggi di più Leggi di meno
Recensioni: 4/5

Sinceramente non ho mai letto romanzi di John Cheever, ma questo romanzo autobiografico mi è davvero piaciuto. La grande sensibilità e il mondo interiore dell'autore sono concentrate in queste pagine. Cheever è un uomo pieno di contraddizioni e nel dialogo serrato con se stesso sono messe in evidenza le sue struggenti considerazioni sull'amore, sulla tanto amata moglie,sui figli,sulle amanti/i e sui suoi desideri. Sono 503 pagine scritte sotto forma di diario, annotazioni, pensieri che pur non avendo una trama, ci portano a riflettere e sinceramente dopo la lettura di queste pagine,man mano che mi avvicinavo verso la fine del romanzo,sentivo una sorta di malinconia e voglia che non finisse. Cosa molto particolare per un DIARIO.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(0)
4
(2)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

John Cheever

1912, Quincy

John Cheever è considerato uno dei maestri della short story.A dirlo sono scrittori del calibro di Ernest Hemingway, John Updike, Rick Moody, Dave Eggers, David Foster Wallace. Cheever è autore di sette raccolte di racconti e di cinque romanzi. Nel 1958 il suo primo romanzo The Wapshot Chronicle (pubblicato nel 2004 da Fandango con il titolo Gli Wapshot) riceve il National Book Award. Nel 1965 Lo scandalo Wapshot, pubblicato da Fandango nel 2005, riceve la William Dean Howells Gold Medal per la fiction dalla National Academy of Arts and Letters. Una selezione di sessantuno racconti confluisce in The Stories of John Cheever (sono già uscite per Fandango le raccolte Il nuotatore, Ballata, Oh città dei sogni infranti!, Il rumore della pioggia a Roma, Racconti italiani)...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Inserisci la tua mail

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore