Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Stripe top pdp Libri IT
Le cure domestiche - Marilynne Robinson - copertina
Le cure domestiche - Marilynne Robinson - copertina
Dati e Statistiche
Fuori di libri Post sulla Community Fuori di libri
Wishlist Salvato in 75 liste dei desideri
Disponibilità immediata
Le cure domestiche
10,45 €
-5% 11,00 €
10,45 € 11,00 € -5%
Disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
10,45 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
10,45 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Le cure domestiche - Marilynne Robinson - copertina
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione


Con questo romanzo poetico e potentissimo Marilynne Robinson, quasi venticinque anni prima di Gilead, entrava magistralmente nel mondo delle grandi lettere, oltre che nella mente e nel cuore dei lettori, per non abbandonarli piú.

«Le cure domestiche è tuttora un capolavoro, un'indimenticabile dichiarazione di intenti immaginativi e letterari.» - The Guardian

«Non è un romanzo da leggere in fretta, perché ogni sua frase è una delizia.» - Doris Lessing

Quando le acque scure del lago di Fingerbone inghiottono Helen, le figlie, Ruth e Lucille, sono sul-l'uscio della sua vecchia casa natia con un pacco di biscotti da sgranocchiare per ingannare l'attesa. A occuparsi delle due bambine, rimaste orfane, torna la piú giovane delle zie materne: Sylvie. Sylvie indossa abiti leggeri sotto un cappotto informe, ama la luce e gli spazi aperti, prepara pasti frugali e fa lunghe passeggiate senza orari. Sa che il miglior antidoto alla perdita è non possedere nulla e crede che la casa sia piú un luogo dell'anima che di regole e mattoni. A Ruth e Lucille non sarà difficile imparare ad amarla, pur sapendo che, presto o tardi, anche lei svanirà dalle loro vite. Con questo esordio poetico e potentissimo Marilynne Robinson è entrata da subito nel mondo della grande letteratura, oltre che nei cuori di migliaia di lettori. Traduzione di Delfina Vezzoli.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2018
Tascabile
23 gennaio 2018
195 p.
9788806236885

Parola di Librai

Videoconsigli di lettura da chi ha voce in capitolo

Valutazioni e recensioni

Recensioni: 4/5

“Chi si prende cura di te?” è la domanda che Ruth non formulerà mai per intero, e per la quale pretenderà una risposta sua sorella Lucille. In Lucille monta la rabbia di vivere e di vivere-come-gli-altri, in Ruth no: Ruth resta sottoposta alla forza del destino per quel che ci ha capito lei del destino, subendola come un mandato divino, e la divinità è un lago dall’odore inconfondibile, un odore per niente buono. “Strappò le foglie da un ramoscello di salice e ruppe i gambi dei denti di leone e dei fiori di carota selvatica che sbocciavano vicino alla strada.” Quando non c’è nessuna cultura a intervenire in un senso diverso, ha il sopravvento la natura e la natura umana non prevede una casetta, delle tendine, un orticello, delle cure domestiche. La natura umana ha il richiamo del mondo ma il mondo autentico, non quello addomesticato: il mondo informe, occasionale, umido, freddo - naturale.

Leggi di più Leggi di meno
Recensioni: 4/5

Immergersi in questo romanzo richiede una certa dose di fatica, ma la perseveranza è ripagata dalla grande intensità emotiva e dal lirismo che accompagna le pagine migliori. La Robinson, decenni prima della trilogia di Gilead, si interroga sulla possibilità e sul senso di ‘casa’. Ovviamente non si parla di un edificio fisico, pure presente nella narrazione: quello è destinato a perire, usurato dal tempo e dalle intemperie, come ogni cosa nell’esperienza umana. Ciò non toglie che ci si affanni per dargli una parvenza di stabilità, per instaurare cure e consuetudini che ne facciano un rifugio rassicurante. Il vero legame però è con le persone care e paradossalmente si fa più forte e vincolante nel momento in cui spariscono, ancor più se la separazione avviene in modo traumatico. Le immagini popolano i ricordi, invadono I sogni e tracimano nella quotidianità come le acque del lago, sepolcro e soglia di un aldilà ammaliante e inquietante. Le azioni e le regole del vivere sociale diventano irrilevanti per Ruth e di contro offrono uno scudo a Lucille. Tra immagini iconiche legate all’acqua e al fuoco, la Bibbia torna come riferimento principe, dal diluvio universale alla moglie di Lot trasformata in statua per essersi fatta attrarre dal passato e dalle cose perdute. La riapparizione(resurrezione) di chi si è amato è promessa e desiderio ultimo nel vagabondaggio dell’esistenza.

Leggi di più Leggi di meno
ELEONORA IZZI
Recensioni: 5/5

lo ammetto ho comprato questo libro perchè Einaudi ha creato una copertina incantevole, che leggendo poi il romanzo, riprende in pieno sensazioni e armosfere. La storia colpisce, la vita di due bambine viene sconvolta dalla prematura scomparsa della madre, che un giorno le lascia sul portico di casa della nonna e scompare. Accudite da quest'ultima, alla morte di lei da alcune zie più prossime fino all'arrivo della zia Sylvie. Il personaggio del romanzo. Una ragazza da una vita caotica e vagabonda che si ritrova ad accudire due adolescenti. Incapace di soddisfare le cure domestiche di queste ragazze, quasi rasente l'abbandono. Sullo sfondo un lago che ha tolto tanto a questa famiglia, un atmosfera spesso cupa, l'elemento dell'umido sempre presente nella vita idealista di questa zia.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,71/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(5)
4
(2)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Marilynne Robinson

1943, Sandpoint

Marilynne Robinson è docente all'Iowa Writers' Workshop e scrive sulle più importanti riviste letterarie. Il suo primo romanzo, Housekeeping (1980; Le cure domestiche, Einaudi 2016) ha vinto il PEN/Hemingway Award per la miglior opera prima e ha creato un enorme seguito di critica e pubblico. Successivamente Robinson ha pubblicato due raccolte di saggi: Mother Country (1989) e The Death of Adam (1998). L'acclamatissimo Gilead (Einaudi, 2008) ha vinto il National Book Critics Circle Award for Fiction 2004 e il Pulitzer Prize for Fiction 2005. Einaudi ha pubblicato nel 2011 Casa e nel 2015 Lila.Nel 2016 vince il premio Letterario Internazionale Mondello per la sezione autore straniero.

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Inserisci la tua mail

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore