Subito Disponibile
Non garantiamo la consegna entro Natale.
Se hai bisogno urgente acquista i tuoi prodotti preferiti
con il servizio: "Prenota e Ritira".
Prezzo solo online:

13,60

€ 16,00 -15%
Aggiungi al carrelloPrenota e ritira

Descrizione

E quando le cose ti chiamano, ti chiamano. Quando sono lì, sono lì per noi. Non importa se ci sono state per un secondo o da sempre. Arigliana, "cinquanta case di pietra e duecento abitanti", è il paesino sulle montagne della Lucania dove Pietro e Nina trascorrono le vacanze con i nonni. Un torrente che non è più un torrente, un’antica torre normanna e un palazzo abbandonato sono i luoghi che accendono la fantasia dei bambini, mentre la vita di ogni giorno scorre apparentemente immutabile tra la piazza, la casa e la bottega dei nonni; intorno, una piccola comunità il cui destino è stato spezzato da zi’ Rocco, proprietario terriero senza scrupoli che ha condannato il paese alla povertà e all’arretratezza. Quell’estate, che per Pietro e Nina è fin dall’inizio diversa dalle altre – sono rimasti senza la mamma –, rischia di spaccare Arigliana, sconvolta dalla scoperta che dentro la torre normanna si nasconde una famiglia di stranieri. Chi sono? Cosa vogliono? Perché non se ne tornano da dove sono venuti? è l’irruzione dell’altro, che scoperchia i meccanismi del rifiuto. Dopo aver catalizzato la rabbia e la paura del paese, però, sono proprio i nuovi arrivati a innescare un cambiamento, che torna a far vibrare la speranza di un Sud in cui si mescolano sogni e tensioni. Un’estate memorabile, che per Pietro si trasforma in un rito di passaggio, doloroso eppure pieno di tenerezza e di allegria: è la sua stessa voce a raccontare come si superano la morte, il tradimento, l’ingiustizia e si diventa grandi conquistando il proprio fragile e ostinato splendore. Attraverso questa voce irriverente, scanzonata eppure saggia, Catozzella scrive un romanzo potente e felice, di ombre e di luce, tragico e divertente, semplice come le cose davvero profonde.

Premi

Premio Albatros - Vincitore Giuria degli Studenti 2018

Video

Dopo aver letto il libro E tu splendi di Giuseppe Catozzella ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. L’opinione su di un libro è molto soggettiva e per questo leggere eventuali recensioni negative non ci dovrà frenare dall’acquisto, anzi dovrà spingerci ad acquistare il libro in fretta per poter dire la nostra ed eventualmente smentire quanto commentato da altri, contribuendo ad arricchire più possibile i commenti e dare sempre più spunti di confronto al pubblico online.

Recensioni

Totale delle Recensioni

Media Recensioni (7)
4 Stelle
 
(0)
2 Stelle
 
(0)
1 Stelle
 
(0)
Recensioni con x Stelle
Trama
 
Stile scrittura
 
Aspetto estetico
 
Rapporto qualità / prezzo
 
Valutazione complessiva
 

Cosa ne pensa la Stampa

Adatto ad adulti e ragazzi.Luca Orsenigo, Corriere del Ticino
Una storia di sconvolgente attualità.d. p., La Gazzetta Del Mezzogiorno
Catozzella racconta di come, in realtà, siamo tutti stranieri a noi stessi. G. Ser., La Provincia di Lecco
Catozzella, avvalendosi di una prosa scritta con gli occhi di un bambino, disegna con la leggerezza che gli è propria un mondo contadino ancora apparentemente immobile e improvvisamente scosso da un evento eccezionale: l'arrivo di un gruppo di stranieri...Giuseppe Di Matteo, La Gazzetta Del Mezzogiorno - ed. Bari
Un romanzo potente e felice.Maria Ida Settembrino, La Gazzetta Del Mezzogiorno - ed. Basilicata
Giuseppe Catozzella è tornato in libreria con E tu splendi, indugiando sui temi civili che gli appartengono ma senza scivolare nel moralismo.Francesco Musolino, Il Foglio
È un invito a essere fedeli a se stessi, a non passare attraverso la vita da spettatori.Sabrina Penteriani, Eco di Bergamo
Catozzella nelle pagine della sua ultima opera affronta l'attualissimo tema dell'immigrazione e dell'integrazione... Chi sono? Cosa vogliono? Perché non tornano da dove sono venuti? È l'irruzione dell'altro, che scoperchia i meccanismi del rifiuto.red., La Nuova Sardegna
Rispetto al retroterra di sofferenza il titolo è esortazione luminosa.Manuela Arca, Unione Sarda
Catozzella racconta anche il proprio essere straniero.Grazia Brundu, La Nuova Sardegna
La voce narrante di Pietro è fresca e graffiante, vividi i ritratti delle persone di Arigliana, mutevoli le emozioni, con punte di commozione e bellezza. Fulvia Degl'Innocenti, Famiglia Cristiana
Si può, si deve aiutare, amare lo straniero? Papa Francesco lo predica da sempre, tante organizzazioni umanitarie si prodigano in questo senso, ma sussistono ancora invisibili barriere che ci separano dall'altro. Paura, egoismo? È un argomento d'attualità forte e insistente, che scorre nelle vene della storia e torna nel nuovo romanzo di Giuseppe Catozzella, E tu splendi.Francesco Mannoni, Giornale di Brescia
Innocenza e malafede visti con gli occhi irriverenti, scanzonati eppure saggi di un ragazzino che ribalta le menzogne del mondo adulto.red., la Repubblica - Firenze
"E tu splendi" è un romanzo forte. Sulla scoperta di sé e degli altri.Antonio Castaldo, Donna Moderna
Una rivolta xenofoba contro la famiglia di immigrati che ha trovato rifugio nell'antica torre normanna di Arigliata.Ugo Cundari, Il Mattino
Come si diventa grandi conquistando il proprio fragile e ostinato splendore. red., Il Messaggero
Dall'accoglienza può partire una rinascita. Con lo stupore di un bambino meravigliosamente critico, il trascinante racconto di un'estate "infuocata".M.G.L., Io Donna
Un racconto che vive soprattutto di equilibrio, senza cadere nella retorica nell'affrontare i temi cari a Catozzella del «diverso» e dell'atteggiamento aggressivo dettato dalla paura verso lo straniero.Ermanno Paccagnini, La Lettura - Il Corriere della Sera
Una storia di (difficile) integrazione fra un gruppo di migranti e un piccolo paesino del Sud Italia.red., illibraio.it
Emozionante romanzo.red., Di Più
I diversi scatenano rabbia e tensioni ma possono anche innescare il cambiamento.Federico Taddia, TuttoLibri - La Stampa
Un romanzo potente e felice, di ombre e di luce, tragico e divertente, semplice come le cose davvero profonde.red., bookshuntersblog.blogspot.com
Un ragazzino e le menzogne del mondo adulto.red., la Repubblica - TuttoMilano
Autore sensibile a tematiche di stretta attualità...Annamaria Trevale, sulromanzo.it
Giuseppe Catozzella racconta una vicenda di adulti e bambini, di povertà e sogni di riscatto, in un paesino lucano che diventa specchio di come ancora siamo.Maria Novella De Luca, la Repubblica

Conosci l'autore

Biografia

Giuseppe Catozzella
Giuseppe Catozzella è autore di poesie, romanzi-inchiesta, racconti e reportage. È stato a lungo consulente editoriale per la Mondadori e attualmente lavora per Giangiacomo Feltrinelli. Scrive su “L’Espresso”, “Sette”, “Il Corriere Nazionale”, “Max”, “Lo Straniero”, milanomafia.com, e ha collaborato con la trasmissione televisiva Le Iene. Del suo romanzo-inchiesta Alveare (Rizzoli, 2011; Feltrinelli, 2014) la casa di produzione Wildside ha acquistato i diritti cinematografici, e sono stati tratti tre differenti spettacoli teatrali. Ha anche scritto Espianti (Transeuropa, 2008) e La scimmia scrive (Cepollaro Edizioni, 2007). Tiene un blog sul sito del “Fatto Quotidiano”. Con Feltrinelli ha pubblicato Fuego (Zoom, 2012) e Non dirmi che hai paura (2014; vincitore della prima edizione del Premio Strega Giovani 2014 e del Premio Fenice Europa 2014).

Premi

Vincitore Super Premio Fenice Europa 2014
Vincitore Premio Carlo Levi - sezione narrativa 2015
Finalista Premio Strega 2014

Video

Podcast

Giuseppe Catozzella - puntata 2
Giuseppe Catozzella - puntata 1

Dettagli




APP18 - Bonus cultura da 500€


I Nostri Partner


Cardif
 
Dogalize
 
Dogalize
 
Dogalize

Su LaEFFE

19/12/2018 | 00:15

ORGOGLIO E PREGIUDIZIO

Le sorelle Bennet hanno coronato il loro sogno d’amore, ma… hanno deciso di tornare su laF: perché il primo incontro non si scorda mai!Elizabeth Bennet è una ragazza forte, indipendente, molto razionale; sua sorella, Jane, è invece dolce, sensibile e romantica. Entrambe bellissime, le loro vite cambieranno in seguito all’incontro con il giovane e affascinante Mr. Bingley ed il suo amico, il misterioso Mr. Darcy.Riusciranno le due sorelle a superare i loro e altrui orgogli e pregiudizi e a diventare la signora Bingley e la signora Darcy?Interpretato da Colin Firth, la serie che valse a Jennifer Ehle il premio di miglior attrice ai BAFTA Production & Performance Awards 1996 e che vinse l’Emmy 1996 per i Migliori costumi.  

24/12/2018 | 16:20

Ragione e sentimento

Al confine tra razionalità e passione.Dall’acclamato scrittore Andrew Davies l'incantevole e raffinato adattamento del romanzo di Jane Austen sull'amore e il matrimonio.La Signora Dashwood e le sue figlie Elinor, Marianne e Margaret sono rimaste senza un soldo a causa della morte del Signor Dashwood.Divenute ospiti “non benvenute” nella loro stessa casa, hanno un futuro incerto: sono costrette a  un matrimonio di convenienza, se vogliono continuare a mantenere uno stile di vita agiato.Lo status sociale e il denaro sembrano guidare le regole dell’amore, ma le sorelle dovranno imparare che ragione e sentimento devono andare di pari passo, se si vuole conquistare davvero la felicità.

Top Giuseppe Catozzella

Visualizza tutti i prodotti