Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Offerta imperdibile
Memorie da una casa di morti - Fëdor Dostoevskij - copertina
Memorie da una casa di morti - Fëdor Dostoevskij - copertina
Dati e Statistiche
Fuori di libri Post sulla Community Fuori di libri
Wishlist Salvato in 297 liste dei desideri
Disponibilità immediata
Memorie da una casa di morti
10,45 €
-5% 11,00 €
10,45 € 11,00 € -5%
Disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
10,45 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
OCCASIONI SICURE
10,45 € + 5,49 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
IL PAPIRO
11,00 € + 7,00 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
10,45 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
OCCASIONI SICURE
10,45 € + 5,49 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
IL PAPIRO
11,00 € + 7,00 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Memorie da una casa di morti - Fëdor Dostoevskij - copertina
Chiudi

Descrizione


Condannato a quattro anni di deportazione seguiti da sei di confino, nella colonia penale Dostoevskij si ritrovò a toccare con mano il male, non soltanto nella sua forma metafisica, ma nella sua espressione concretamente brutale; e soprattutto si ritrovò a toccare con mano la presenza di un abisso incolmabile tra sè, intellettuale nobile, e i detenuti comuni, il popolo. Pur privato dei suoi diritti di nobile, pur sottoposto alle stesse regole e privazioni, l'autore non fu mai riconosciuto compagno dei suoi compagni - si trovò sempre di fronte alla stessa solitudine che avrebbe accompagnato il Raskol'nikov di "Delitto e castigo" nella prima fase della sua permanenza nella colonia penale. E, tuttavia, Dostoevskij divenne anche conscio di una nuova forma di consapevolezza. "Di sicuro per me non è stato tempo perduto", scriverà al termine della condanna. "Se anche non ho conosciuto la Russia, certo il popolo russo l'ho conosciuto bene, come pochi credo lo conoscano." Molti dei protagonisti delle sue opere future hanno un loro prototipo negli individui incontrati durante la permanenza nella colonia penale. "Memorie da una casa di morti" si focalizza sull'analisi psicologica del forzato: pur essendo ancora lontano dalla ricerca "dell'uomo nell'uomo" che si svilupperà a partire dalle "Memorie del sottosuolo", Dostoevskij già si sta muovendo in quella direzione: è la psicologia del forzato quello che lo interessa.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2017
Tascabile
15 giugno 2017
423 p., Brossura
9788807902727

Valutazioni e recensioni

OndinaRosa
Recensioni: 5/5
Consigliato

Consigliato

Leggi di più Leggi di meno
eri_91
Recensioni: 3/5
il romanzo semi-autobiografico di Dostoevskij

Il libro parla della vita dei condannati in un campo di prigionia siberiano, esperienza che lo stesso Dostoevskij ha dovuto affrontare. L’autore russo ha infatti scontato quattro anni di lavori forzati – seguiti da sei di confino – proprio in un campo di lavoro di questo tipo e proprio in Siberia. Durante la lettura risulta quindi facile chiedersi quanto di quello che leggiamo sia stato vissuto dallo stesso Dostoevskij. A questo si aggiungono i dettagli del libro, dettagli che si rifanno alle varie condizioni e situazioni che i carcerati sono costretti a subire, e dettagli della loro personalità. Per dare il via alla narrazione Dostoevskij sfrutta l’espediente del manoscritto ritrovato: nella prefazione leggiamo che questa sorta di diario appartiene a un recluso che avrebbe ucciso la moglie in seguito a un impeto di gelosia. Una motivazione completamente diversa rispetto all’incarcerazione di Dostoevskij, condannato per il suo coinvolgimento in un gruppo progressista di oppositori dell’autocrazia zarista, che permette all’autore di evitare i prevedibili interventi della censura. È interessante come nel corso delle varie storie, in ogni condannato emerga un lato più umano. La cosa non è scontata se consideriamo la tendenza a deumanizzare chi si trova in carcere. Ma forse, proprio perché Dostoevskij ha toccato con mano cosa significa essere condannati e incarcerati, l’autore è riuscito a mettere a nudo questi uomini – anche quelli più pericolosi – e a mostrare il loro lato più sensibile e profondo. Insomma, Dostoevskij ci ricorda che anche chi commette un crimine è un essere umano, e come tale andrebbe trattato. Non posso che riconoscere l’importanza di Memorie da una casa di morti per la rilevanza dell’argomento trattato, ma rimane un libro che non sono riuscita ad apprezzare appieno. L’autore mi è sembrato davvero troppo prolisso e ripetitivo, e questo il più delle volte mi ha portata ad annoiarmi.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(1)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Fëdor Dostoevskij

1821, Mosca

Figlio di un medico, un aristocratico decaduto stravagante e dispotico, crebbe in un ambiente devoto e autoritario. Nel 1837 gli morì la madre, da tempo malata, e D. venne iscritto alla scuola del genio militare di Pietroburgo, istituto che frequentò controvoglia, essendo i suoi interessi già risolutamente indirizzati verso la letteratura (risalgono a quegli anni le sue prime letture importanti: Schiller, Balzac, Hugo, Hoffmann). Diplomatosi nel 1843, rinunciò alla carriera che il titolo gli apriva e, lottando con l’indigenza e con i disagi di una salute cagionevole, cominciò a scrivere: il suo primo libro, il romanzo Povera gente (1846), che ebbe gli elogi di critici come Belinskij e Nekrasov, rivela già l’attenzione pietosa di D. per...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Inserisci la tua mail

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore