Img Top pdp IT book
Salvato in 157 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
La rabbia e l'orgoglio
8,92 € 10,50 €
;
LIBRO
Venditore: laFeltrinelli
+90 punti Effe
-15% 10,50 € 8,92 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
8,92 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
8,92 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
La rabbia e l'orgoglio - Oriana Fallaci - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

La rabbia e l'orgoglio Oriana Fallaci
€ 10,50
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

Con "La rabbia e l'orgoglio" (2001), Oriana Fallaci rompe un silenzio durato dieci anni, dalla pubblicazione di "Insciallah", epico romanzo sulla missione occidentale di pace nella Beirut dilaniata dallo scontro tra cristiani e musulmani e dalle faide con Israele. Dieci anni in cui la Fallaci sceglie di vivere ritirata nella sua casa newyorchese, come in esilio, a combattere il cancro. Ma non smette mai di lavorare al testo narrativo dedicato alla sua famiglia, quello che lei chiama "il-mio-bambino", pubblicato postumo nel 2008, "Un cappello pieno di ciliege". L'undici settembre le impone di tornare con furia alla macchina da scrivere per dar voce a quelle idee che ha sempre coltivato nelle interviste, nei reportage, nei romanzi, ma che ha poi "imprigionato dentro il cuore e dentro il cervello" dicendosi "tanto-la-gente-non-vuole-ascoltare". Il risultato è un articolo sul "Corriere della Sera" del 29 settembre 2001, un sermone lo definisce lei stessa, accolto con enorme clamore in Italia e all'estero. Esce in forma di libro nella versione originaria e integrale, preceduto da una prefazione in cui la Fallaci affronta alle radici la questione del terrorismo islamico e parla di sé, del suo isolamento, delle sue scelte rigorose e spietate. La risposta è esplosiva, le polemiche feroci. Mentre i critici si dividono, l'adesione dei lettori, in tutto il mondo, è unanime di fronte alla passione che anima queste pagine. Prefazione di Ferruccio De Bortoli.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2014
Tascabile
17 settembre 2014
X-161 p., Brossura
9788817077644

Valutazioni e recensioni

4,8/5
Recensioni: 5/5
(10)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(8)
4
(2)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Recensioni: 4/5

Erano anni che desideravo affrontare questa lettura, ma non mi sentivo mai pronta. Quando uscì avevo quattordici anni e non ero abbastanza matura, ma, davanti alle incredibili esperienze umane e professionali di Oriana Fallaci, credo ci si possa sentire inadeguati anche a novant'anni. La prima cosa da dire su questo libro è che è scritto divinamente, lo stile narrativo dell'autrice è sublime e mi ha consentito di divorare l'intero testo in poche ore. Veniamo al contenuto. Ammetto che partivo prevenuta a causa del polverone e delle polemiche generate a suo tempo. In verità mi ha stupita, in molte cose mi sono ritrovata pienamente (quando parla dell'amore per le opere d'arte, dell'attaccamento profondo alla lingua e cultura italiana, dei diritti umani violati nei Paesi medio-orientali, dei difetti della nostra nazione), in altre meno. Non conosco l'Islam così bene da poter esprimere giudizi, non posso affermare che sia una religione "buona" o "cattiva". So che in molte altre religioni possono rinvenirsi elementi di violenza, che tutto sta nel come si interpretano i testi sacri, ma non credo sia questo il punto. Non conosco l'Islam (e non mi interessa nemmeno più di tanto conoscerlo), conosco, però, la Costituzione della Repubblica Italiana ed è ad essa che guardo come ad un faro. La nostra legge fondamentale riconosce a chiunque si trovi sul suolo italiano determinati diritti e doveri: puoi professare il tuo credo liberamente, ma nei limiti della legge, la violenza, il fanatismo e qualunque altra nefandezza annessa e connessa non sono contemplate. Io alla teoria dell'invasione non riesco a crederci, sarò ingenua? Può darsi. Buonista? Non credo. Mi definisco una persona semplice e pratica che crede (o si sforza di credere) nel diritto, o meglio, nei diritti e nei doveri umani. Nonostante alcune evidenti differenze di opinione tra me e l'autrice, ho apprezzato la sua opera e mi sento di consigliarla.

Leggi di più Leggi di meno
Recensioni: 5/5

Tale libro è uscito nelle librerie dopo ben 10 anni di silenzio di Oriana Fallaci, un silenzio che sarebbe potuto durare ancora ma che ha quasi "costretto" l'autrice a uscire, è infatti la tragedia alle torri gemelle dell'11 settembre l'imput di questo libro, un vero grido di protesta ma soprattutto un timore per questa società (americana, ma anche occidentale) che va, secondo Oriana Fallaci, in frantumi. La colpa di tutto questo sta innanzitutto nelle religioni ma soprattutto nei comportamenti umani, un libro che fa piangere e fa anche molto rabbia, un libro intenso e scritto benissimo, io ho dovuto rileggerlo tre volte prima di capirlo tutto e completamente, un libro che da voce ad una delle autrici che sono tra le più vere e realiste del pianeta. "La rabbia e l'orgoglio" dovrebbe essere insegnato nelle scuole, non imposto perché alla fine ci sono idee di cui si potrebbe essere d'accordo o meno, ma è una visione della società descritta in maniera efficace e veramente accurata.

Leggi di più Leggi di meno
SILVIA PICARIELLO
Recensioni: 5/5

Oriana Fallaci ha voluto dire la sua con questo capolavoro a mio parere: i fatti dell'11 settembre hanno cambiato lei e noi tutti. Una denuncia gridata, con tanto fervore contro l'attacco a tutta l'umanità. Oriana non era solo giornalista in questo caso si è fatta paladina di tutti e con toni forti, parole pesanti, ha voluto esprimere quello che si prova davanti a eventi così devastanti di fronte ai quali si è impotenti. La sola cosa da fare, come lei ha provato con questo libro, è denunciare e esprimere! Consigliatissimo anche come pezzo di storia contemporanea.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,8/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(8)
4
(2)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Oriana Fallaci

1929, Firenze

Oriana Fallaci (Firenze, 29 giugno 1929 – Firenze, 15 settembre 2006) è stata una scrittrice e giornalista italiana. Fu la prima donna in Italia ad andare al fronte in qualità di inviata speciale. Come scrittrice, con i suoi dodici libri ha venduto venti milioni di copie in tutto il mondo.Ha intervistato i grandi della Terra e come corrispondente di guerra ha seguito i conflitti più importanti del nostro tempo, dal Vietnam al Medio Oriente. I suoi libri sono tradotti in tutto il mondo. Ha scritto:  I sette peccati di Hollywood (1958), Il sesso inutile (1961), Penelope alla guerra (1962), Gli antipatici (1963), Se il Sole muore (1965), Niente e così sia (1969), Quel giorno sulla Luna (1970), Intervista con la storia (1974), Lettera a un bambino mai...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore