Img Top pdp IT book
Salvato in 88 liste dei desideri
attualmente non disponibile attualmente non disponibile
Info
I bronzi di Riace. L'avventura di due eroi restituiti dal mare
14,25 € 15,00 €
LIBRO
Venditore: laFeltrinelli
+140 punti Effe
-5% 15,00 € 14,25 €
ora non disp. ora non disp.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
14,25 €
Disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
14,25 €
Disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
I bronzi di Riace. L'avventura di due eroi restituiti dal mare - Alberto Angela - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

I bronzi di Riace. L'avventura di due eroi restituiti dal mare Alberto Angela
€ 15,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

Fra tutte le statue che ci sono pervenute dal mondo antico, i due meravigliosi Bronzi di Riace sono quelle che più hanno colpito ed entusiasmato il pubblico. Perché? Certamente, all'origine del loro "successo" ci sono la bellezza straordinaria e la pregevolissima fattura del Giovane e dell'Uomo maturo. Ma non solo. A contribuire al loro fascino, è anche l'aura di mistero che tuttora li avvolge. Proprio partendo dalle numerose domande rimaste aperte, Alberto Angela prova in questo libro a farci rivivere, passo dopo passo, la storia dei Bronzi di Riace, come se la rivedessimo in un film. Ecco che, prendendoci per mano, ci accompagna nell'epoca e negli ambienti da cui presumibilmente provengono, va alla ricerca dei loro autori (evidentemente grandissimi artisti: forse proprio il leggendario Fidia?) e cerca di immaginare chi potessero raffigurare questi due splendidi personaggi maschili: Castore e Polluce? Un guerriero e uno stratego? E ancora: come furono forgiati? Con quale tecnica fu possibile renderne la capigliatura morbida o le vene che appaiono sotto pelle? Ma il percorso emozionante alla scoperta dei Bronzi non si ferma qui: in quali circostanze sconosciute finirono sul fondale del Mar Ionio? Vi furono buttati da una nave in una notte di tempesta? E la nave arrivò in porto o affondò? Quando accadde? Che lingua parlava l'equipaggio: greco, latino o addirittura goto?
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2014
11 giugno 2014
177 p., ill. , Rilegato
9788817075541

Valutazioni e recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
(4)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(2)
3
(1)
2
(0)
1
(0)
Recensioni: 5/5

Come al solito Angela dà una spiccata impronta didascalica al libro, molto apprezzata da chi, come me, non ha molta dimestichezza con la storia antica. Il libro affronta il ritrovamento casuale dei bronzi cercando, di spiegare il perché si trovassero nelle acque italiane, di capire chi davvero le abbia sapientemente realizzate (tracciandone quindi il contesto storico-artistico). Infine si arriva ai giorni nostri con dovizia di aneddoti a me sconosciuti e la descrizione affascinante delle tecniche di restauro utilizzate. Insomma un libro per chi davvero ne vuole sapere di più. Consigliato!

Leggi di più Leggi di meno
MARTA POLONI
Recensioni: 4/5

Benché abbia apprezzato molto questo libro, non mi è sembrato al livello degli altri lavori di Alberto Angela. La vena è quella di altri libri dello stesso autore ("San Pietro" e "Viaggio nella Cappella Sistina"): una sorta di commento (non troppo specialistico) ad una singola opera, sviluppato in forma discorsiva accompagnato da molte foto. E ciò me l'ha fatto apprezzare molto, forse soprattutto perché non so molto riguardo i Bronzi di Riace e il loro contesto storico (perlomeno, meno di quello che potrei sapere riguardo il contesto delle altre opere citate in precedenza). Tuttavia, benché sempre di buona qualità come gli altri libri di Alberto Angela, sia il testo che le immagini sono decisamente carenti. Alcune foto sono persino mosse/sfocate (come quelle che potrei fare io con una macchinetta fotografica); è specificato all'interno del libro che non tutte le foto sono opera di professionisti, e ciò potrebbe anche andare bene, ma alcune foto abbassano veramente il livello complessivo. Il testo sembra mancare la solita verve degli altri libri di Alberto Angela (forse nella foga di essere completato per cavalcare l'onda delle buona vendite di altri libri non è stato così curato come avrebbe potuto essere). Insomma, il libro di per sé non è male, soffre del paragone che viene spontaneo fare con gli altri libri dello stesso autore.

Leggi di più Leggi di meno
Recensioni: 4/5

Una monografia romanzata Il saggio di Albero Angela riguarda i “Bronzi di Riace” (Rizzoli 2014) e, leggendo il sottotitolo “L’avventura di due eroi restituiti dal mare”, si comprende immediatamente lo spirito romanzesco con cui è narrata la vicenda di questi capolavori riportati alla luce nel 1972. La definizione di “monografia romanzata”, sopraggiuntami alla mente nel corso della lettura, mi sembra ancora la più adatta per definire un testo che, pur possedendo le informazioni specialistiche di un saggio, è strutturato come un romanzo il cui inizio coincide con lo straordinario ritrovamento nei fondali marini di Riace (Reggio Calabria) e la sua fine con la considerazione delle ipotesi riguardo ai misteri rimasti insoluti. Dopo una soddisfacente analisi stilistica e un confronto tra i due eroi denominati sia “il Giovane e l’Uomo maturo” sia “Bronzo A e Bronzo B”, Angela descrive il mondo classico della città di Atene all’apice del suo splendore e la Magna Grecia in cui i due capolavori sono approdati in modo da proporre al lettore il periodo storico di riferimento. Non limitandosi a una descrizione dettagliata delle opere considerate ma estendendo il campo ai precedenti artistici dei bronzi stessi, l’autore cita capolavori rappresentativi del periodo arcaico dei quali allega le immagini (Moschophoros, Auriga di Delfi…) al fine di permettere al lettore di comprendere la graduale evoluzione formale che ha condotto all’anatomia perfetta delle due sculture. E’ apprezzabile l’analisi condotta dal particolare al generale considerato che le opere, una volta descritte, devono essere collocate nel periodo storico-artistico che le ha “partorite” al fine di conoscerle veramente, essendo il frutto creativo di un artista che ha vissuto in una determinata epoca. A questo proposito l’autore parla di bellezza ideale rappresentata dal celebre “Doriforo” dell’artista Policleto che era allievo di Agelada il Giovane, artista cui è stato attribuito il Bronzo A. L’ipotesi che i parametri scelti al fine di eseguire un’opera d’arte perfetta, riportati nel “Canone” da Policleto stesso, fossero già conosciuti ai tempi delle due sculture, è verosimile e accresce il valore dei nostri eroi, soprattutto se consideriamo il numero esiguo delle opere di bronzo ancora in circolazione e in questo stato di conservazione. La parte finale del libro riguarda proprio quest’ultimo aspetto, il restauro dopo il ritrovamento e quelli successivi che hanno permesso, con l’ausilio delle moderne tecnologie, di riportare in vita due opere che il mare aveva conservato per un tempo indefinito ma anche corroso e danneggiato in modo considerevole (le terre di fusione contenute all’interno sono state completamente eliminate nel 1992-95). Collocati definitivamente nel Museo Nazionale di Reggio Calabria, oggi i bronzi di Riace sono il fulcro del museo e la loro sola presenza vale integralmente il costo del biglietto, anzi un viaggio per poterli raggiungere e ammirare nel loro eterno splendore. Sistemi antisismici di sicurezza sono stati allestiti per proteggerli affinché l’umanità possa continuare a fruirne (il terremoto del 1908 fu catastrofico). L’autore si congeda dal lettore con delle domande che costituiscono uno stimolo per approfondire le ricerche. Il naufragio ipotizzato, l’analisi delle terre di fusione, la provenienza, i soggetti che raffigurano, la vicenda oscura del ritrovamento sono aspetti molto curiosi sia per il grande pubblico sia per gli studiosi cui si deve la conoscenza che oggi possediamo. Molto resta ancora da scoprire e questo libro è una buona ricognizione di una vicenda che continua ad affascinarci da quel fatidico agosto del 1972. (Gabriele Guglielmino docente e storico dell’arte)

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(2)
3
(1)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Alberto Angela

1962, Parigi

Alberto Angela, laureato in Scienze Naturali, ha seguito numerosi corsi di specializzazione nelle università degli Stati Uniti. È autore e conduttore di programmi televisivi di successo, fra cui "Superquark", "Ulisse" e "Passaggio a Nord Ovest". Gli è stato attribuito nel 2017 il Premio èStoria alla divulgazione. Tra i libri che ha pubblicato ricordiamo: Musei (e mostre) a misura d'uomo (Armando, 1988) e vari libri assieme al padre Piero Angela fra cui La straordinaria storia di una vita che nasce - 9 mesi nel ventre materno (RAI-Eri-Mondadori, 1996), Squali (Mondadori, 1997), Viaggio nel Cosmo (Mondadori, 1998), Un viaggio nell'antica Roma (Mondadori 2007), Impero (Mondadori 2010), Amore e sesso nell'antica Roma (Mondadori 2012), I bronzi di Riace. L'avventura...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore