Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Stripe top pdp Libri IT
Cristo si è fermato a Eboli - Carlo Levi - copertina
Cristo si è fermato a Eboli - Carlo Levi - copertina
Dati e Statistiche
Fuori di libri Post sulla Community Fuori di libri
Wishlist Salvato in 623 liste dei desideri
Disponibilità immediata
Cristo si è fermato a Eboli
11,88 €
-5% 12,50 €
11,88 € 12,50 € -5%
Disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
11,88 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Juke Box
10,20 € + 5,90 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
Diraco Store
12,00 € + 4,90 € Spedizione
disponibile in 1 gg lavorativi disponibile in 1 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Max 88
12,50 € + 4,50 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
CARTOLIBRERIA GIORGIO LIETO
12,50 € + 4,90 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
IL PAPIRO
12,50 € + 7,00 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
11,88 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Juke Box
10,20 € + 5,90 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
Diraco Store
12,00 € + 4,90 € Spedizione
disponibile in 1 gg lavorativi disponibile in 1 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Max 88
12,50 € + 4,50 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
CARTOLIBRERIA GIORGIO LIETO
12,50 € + 4,90 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
IL PAPIRO
12,50 € + 7,00 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Cristo si è fermato a Eboli - Carlo Levi - copertina
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione

La scoperta del problema meridionale non solo come episodio di una condizione arcaica, intollerabile nella nostra società, ma anche come teatro di una straordinaria civiltà contadina.


«Eboli – dicono i lucani tra cui Levi fu mandato al confino dal fascismo – e l'ultimo paese di cristiani. Cristiano è uguale a uomo. Nei paesi successivi, i nostri, non si vive da cristiani, ma da animali.» Dice Italo Calvino in uno dei due testi che introducono questo volume: «La peculiarità di Carlo Levi sta in questo: che egli è il testimone della presenza di un altro tempo all'interno del nostro tempo, è l'ambasciatore d'un altro mondo all'interno del nostro mondo. Possiamo definire questo mondo il mondo che vive fuori della nostra storia di fronte al mondo che vive nella storia. Naturalmente questa è una definizione esterna, è, diciamo, la situazione di partenza dell'opera di Carlo Levi: il protagonista di Cristo si è fermato a Eboli è un uomo impegnato nella storia che viene a trovarsi nel cuore di un Sud stregonesco, magico, e vede che quelle che erano per lui le ragioni in gioco qui non valgono più, sono in gioco altre ragioni, altre opposizioni nello stesso tempo più complesse e più elementari».

Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2014
Tascabile
27 gennaio 2014
VIII-272 p.
9788806219345

Valutazioni e recensioni

Alexius
Recensioni: 5/5
Un libro da leggere assolutamente

Un romanzo che rievoca le vicende biografiche di Levi durante il confino fascista in Lucania. Scritto con grande realismo e disincanto, il romanzo offre uno sguardo critico al mondo contadino e al mondo popolare, di cui vengono descritte le usanze e i riti (e allo stesso tempo anche la miseria) con profondo rispetto. Uno sguardo fresco e rispettoso verso un paese che l'ha accolto e al tempo stesso protetto. Non mancano anche i riferimenti, non troppo impliciti, alla classa dirigente locale fascista, in un mix tra condanna e sarcasmo. Lettura consigliatissima.

Leggi di più Leggi di meno
Recensioni: 4/5

una piacevolissima immersione nella storia passata, e neanche troppo, di una parte di Lucania ai più sconosciuta. la miseria e la rassegnazione la fanno da padrone, tutta la narrazione è permeata da un senso angosciante di profonda impotenza. anche quando gli animi sono sollecitati dal senso della giustizia e si votano alla rivolta, tutto si risolve in un ineluttabile nulla di fatto. da leggere assolutamente per avere un assaggio di questione meridionale, ma anche per una serie di aneddoti e fatti magici che rendono la narrazione affascinante.

Leggi di più Leggi di meno
Recensioni: 5/5

Questa è la storia vera dello scrittore che durante gli anni 30 fu confinato in Lucania dal governo fascista e abitò tra due villaggi, prima Grassano e poi Gagliano. a terra se non come un conquistatore o un nemico o un visitatore incomprensivo. Storia degli abitanti di Gagliano che formavano un piccolo loro mondo a parte, su territorio italiano, ma allo stesso tempo fuori dal quel territorio. Perché questa piccola comunità contadina con tutti i suoi problemi, le malattie, i medici da strapazzo, le formule magiche e le scrofe da sanare deve pensare a sopravvivere, procurarsi il pane sulla tavola a pranzo e ha già fin troppo a cui pensare, non può preoccuparsi del fascismo e dalla società italiana che di loro se ne infischia. Carlo Levi si fa ambasciatore di un problema troppo comune e troppo sottovaluto – e i cui frutti non sono ancora oggi del tutto marciti – quello meridionale, la questione di villaggi fin troppo tempo lasciati al proprio destino, derubati delle piccole cose che spetterebbero a ogni essere umano, costretti a vivere nella miseria. L’autore ci racconta quel suo iniziale scetticismo nell’entrare nella vita quotidiana di Gagliano, deluso anche per essere stato spostato da Grassano, città nella quale ormai si era ambientato e alla quale si era legato. Tuttavia con lo scorrere delle stagioni, comincerà a capire anche gli ingranaggi di questi altri e cercherà di essere d’aiuto fino a quando, circa dieci anni dopo, incapace di portare a termine la promessa fatta di tornare a trovarli, deciderà di raccontare la loro Storia. Ho trovato lo stile di Carlo Levi molto leggero, d’altronde è simile a quello di un diario, ma anche ricco di riferimenti storici – e non poteva essere altrimenti – che possono solo aiutare a capire la situazione di quelli che per quasi due anni sono stati suoi concittadini. Ho pensato che è un libro che ogni italiano, come tale, dovrebbe leggere: non importa dove sia nato e dove sia cresciuto, questa storia è parte della storia del nostro paese, una parentesi totalmente diversa da quelle che si studiano nei libri di storia e che proprio per questo va diffusa.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,44/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(7)
4
(1)
3
(0)
2
(0)
1
(1)

Conosci l'autore

Carlo Levi

1902, Torino

Dopo la laurea in medicina fece parte del gruppo gobettiano di Rivoluzione liberale e di quello dei fratelli Rosselli, Giustizia e libertà. A causa della sua attività antifascista fu confinato in Lucania fra il '35 e il '36: Cristo si è fermato a Eboli (Prima edizione 1945) è il resoconto trasfigurato di quel soggiorno coatto. Parallela è la sua attività di pittore che culminerà nella mostra personale tenuta alla Biennale di Venezia del '54. Aderí al Partito d'azione: testimonianza della convulsa atmosfera italiana dell'immmediato dopoguerra è il libro-documento L'Orologio (1950). Nel '53 entrò al Senato come indipendente nelle liste del PCI. Altri suoi libri (tutti nel catalogo Einaudi) sono: Paura della libertà,...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Inserisci la tua mail

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore