Fiore di poesia (1951-1997)

Fiore di poesia (1951-1997)

di Alda Merini

 
Subito Disponibile
Prezzo solo online:

10,20

€ 12,00 -15%
Aggiungi al carrelloPrenota e ritira

Descrizione

Quella di Alda Merini è una poesia che muove attorno a un dolore radicale, assumendo multiformi aspetti: di ferita biografica, incubo mentale, ansia ascetica. Ma i versi della poetessa si aprono a feconde contraddizioni e nel momento stesso in cui articolano la loro poetica del dolore dichiarano un senso panico della vita che ha gli accenti di una felicità sensuale, ingorda di erotismo, di ritmi terrestri e ritmi cosmici.

Dopo aver letto il libro Fiore di poesia (1951-1997) di Alda Merini ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. L’opinione su di un libro è molto soggettiva e per questo leggere eventuali recensioni negative non ci dovrà frenare dall’acquisto, anzi dovrà spingerci ad acquistare il libro in fretta per poter dire la nostra ed eventualmente smentire quanto commentato da altri, contribuendo ad arricchire più possibile i commenti e dare sempre più spunti di confronto al pubblico online.

Recensioni

Totale delle Recensioni

Media Recensioni (5)
3 Stelle
 
(0)
2 Stelle
 
(0)
1 Stelle
 
(0)
Recensioni con x Stelle
Trama
 
Stile scrittura
 
Aspetto estetico
 
Rapporto qualità / prezzo
 
Valutazione complessiva
 

Conosci l'autore

Biografia

Alda Merini
Alda Merini (Milano 1931-2009) poetessa e scrittrice italiana. Nasce da una famiglia di condizioni economiche modeste. E' la secondogenita di tre figli. Esordisce come autrice molto giovane a soli 15 anni, grazie a Giacinto Spagnoletti che ne pubblicherà per primo la sua opera (nella "Antologia della poesia italiana 1909-1949" compaiono le sue poesie "Il gobbo" e "Luce"). Nel 1947 iniziano ad addensarsi le prime nubi nella sua mente brillante, e viene ricoverata a Villa Turro, dove le diagnosticano un disturbo bipolare. Nel 1951, grazie a Eugenio Montale, vengono date alle stampe due poesie inedite di Alda Merini in "Poetesse del Novecento" per i tipi di .Scheiwiller. Nello stesso periodo frequenta per lavoro Savatore Quasimodo, e ne nasce un’amicizia. Dopo una tormentata relazione con Giorgio Manganelli, nel 1953 sposa Ettore Carniti, dal quale avrà una figlia Emanuela. Esce poi il primo volume di versi intitolato "La presenza di Orfeo". Due anni dopo pubblica "Nozze Romane" e "Paura di Dio". Nel '57 nasce la secondogenita Flavia. Dal 1964 e fino al 1979 inizia per Alda Merini un periodo difficile, dovuto all'internamento nell'Ospedale Psichiatrico "Paolo Pini". Durante alcuni ritorni in famiglia, nascono altre due figlie, Barbara e Simona che saranno affidate ad altre famiglie. Alda torna a scrivere proprio delle sue intense e sconvolgenti esperienze di internamento. I testi sono raccolti in "La Terra Santa", pubblicato da Scheiwiller nel 1984. Nel 1981 rimasta vedova, inizia a sentirsi con il poeta Michele Pierri che aveva dimostrato di apprezzare il suo lavoro. Si sposeranno nel 1983. Alda si trasefrisce a Taranto dove sarà nuovamente internata. Pubblicherà, nel contempo, venti "poesie-ritratti" de "La gazza ladra" (1985) e porterà a termine anche "L'altra verità. Diario di una diversa", primo libro in prosa. Nel 1986 torna a Milano dove sarà seguita dalla dottoressa Marcella Rizzo; la ritrovata serenità, si riflette anche nelle sue produzioni letterarie che ne consolideranno il duo ritorno e la sua consacrazione sulla scienza letteraria. Nel 1993 riceve il premio Librex-Guggenheim “Eugenio Montale per la poesia, il premio Viareggio (1996) e quello della Presidenza del Consiglio dei ministri (1999). Seguiranno molte altre opere ("Folle, folle, folle d'amore per te", "Folle, folle, folle d'amore per te", "La nera novella" ). Alda Merini muore a Milano il giorno 1 novembre 2009 .

Premi

1993 Premio Librex-Guggenheim "Eugenio Montale" per la Poesia
1996 "Premio Viareggio" per il volume "La vita facile"
1997 "Premio Procida-Elsa Morante"

Dettagli

  • GenerePoesia
  • Listino:€ 12,00
  • Editore:Einaudi
  • Collana:Einaudi tascabili. Poesia
  • Data uscita:10/02/2014
  • Pagine:XXII-246
  • Formato:Tascabile
  • Lingua:Italiano
  • EAN:9788806219444

Parole chiave laFeltrinelli:

telomare2017


I Nostri Partner


Cardif
 
Dogalize
 
Dogalize

Su LaEFFE TV

02/05/2018 | 01:15

BRUNORI & MARCORÈ

Uno è un attore marchigiano con la passione per la musica, l’altro un cantautore calabrese. Neri Marcorè e Brunori Sas sono la strana coppia protagonista di “Una società a responsabilità limitata”, un viaggio tra canzoni e parole, in esclusiva per laeffe, alla ricerca del senso di responsabilità della generazione cresciuta tra gli anni ‘70 e ’80, nell'Italia che cambia.Un viaggio fisico – in giro tra Roma e la Calabria su un furgone blu – e un viaggio simbolico, nelle esperienze di vita di Dario e del suo “fan” Neri, personaggi di spettacolo appartenenti a mondi diversi, ma accomunati da un’origine “provinciale”: calabrese quella di  Dario, nato nel paesino Joggi, e marchigiana quella di  Neri, originario di Porto Sant’Elpidio. Sullo sfondo dei pezzi più famosi del cantautore, tra ricordi, aneddoti reali e di fantasia e situazioni paradossali, emergono desideri, dubbi, ansie e sensi di colpa dell’italiano-tipo e il suo rapporto con la società, mentre è messa ironicamente alla berlina la sua incapacità ad assumersi le proprie responsabilità.Il racconto prende le mosse dallo spettacolo di teatro-canzone di Brunori Sas “Brunori Srl – Una società a responsabilità limitata” di cui riprende le tematiche principali, restituendo il ritratto di un’Italia dove pochi giovani diventano adulti e troppi adulti vogliono restare giovani, tra l’importanza che ogni giorno le persone danno alle proprie piccole fesserie quotidiane - alla propria opinione, ai propri gusti, al proprio modo di intendere la vita - e la tendenza generale a delegare comunque a terzi, a quelli che contano, la responsabilità di quanto accade nel mondo, sempre alla ricerca di un capro espiatorio a cui delegare colpe e responsabilità.

02/05/2018 | 02:10

DEPRODUCERS

Una serata di grande scienza su laeffe: un viaggio in 8 tappe alla scoperta del cosmo, dalla nascita dell’universo ai confini dello spazio, dai suoni del cosmo alla stazione spaziale, da Marte ai figli delle stelle e a seguire un viaggio nella fisica delle particelle che costituiscono l’universo, in un’avventura umana, creativa e di conoscenza da non perdere.Mercoledì 14 settembre alle 21.10 lo schermo di laeffe sceglie di raccontare un viaggio musicale nella scienza, nell’astrofisica e nello spazio celeste nato dall’incontro tra un gruppo di musicisti curiosi e appassionati alla ricerca di suoni e mondi sonori inaspettati e un sorprendente astrofisico capace di portarci tutti - in modo semplice e coinvolgente - in viaggio nello spazio.In un tempo che sempre più vede una fervida rinascita dell’interesse comune per i temi e la divulgazione scientifica, che dalla ricerca tecnologica in senso stretto si estende a tutti i campi d’azione umana, alla letteratura (che vede gli autori scientifici tra i più quotati nelle classifiche editoriali), all’arte, alla musica, laeffe invita come ospiti speciali dell’appuntamento “Secondo me” per la prima serata del mercoledì i DeProducers, collettivo composto dall’astrofisico Fabio Peri Conservatore del Civico Planetario Ulrico Hoepli di Milano e dai musicisti Vittorio Cosma, Max Casacci (Subsonica), Gianni Maroccolo (già Litfiba) e Riccardo Sinigallia.L’incontro artistico tra personalità provenienti dal mondo della musica e della scienza avviene su un territorio comune, il quesito umano sulla relazione tra Uomo e Stelle alla ricerca dell’armonia del Cosmo su cui già si interrogarono Pitagora, Keplero e Galilei.

Top Alda Merini

Visualizza tutti i prodotti