Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Offerta imperdibile
Lincoln nel Bardo - George Saunders - copertina
Lincoln nel Bardo - George Saunders - copertina
Dati e Statistiche
Fuori di libri Post sulla Community Fuori di libri
Wishlist Salvato in 223 liste dei desideri
Disponibile in 5 gg lavorativi
Lincoln nel Bardo
17,58 €
-5% 18,50 €
17,58 € 18,50 € -5%
Disp. in 5 gg lavorativi
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
17,58 €
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
CPC SRL
18,50 € + 2,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
17,58 €
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
CPC SRL
18,50 € + 2,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Lincoln nel Bardo - George Saunders - copertina
Chiudi

Descrizione


Vincitore del Man Booker Prize 2017
Vincitore del Premio Gregor von Rezzori per la narrativa straniera 2018


Il primo romanzo dell'autore americano più acclamato.

"Ipnotico... dantesco... intenso come una ballata americana." - Publishers Weekly

"Nelle mani di Saunders, ciò che è quasi impossibile appare facile e naturale. Siamo fortunati ad avere uno scrittore come lui" - Jonathan Franzen

Febbraio 1862, la Guerra civile è iniziata da un anno, e il presidente degli Stati Uniti, Abraham Lincoln, è alle prese con ciò che sta assumendo tutti i contorni di una catastrofe. Nel frattempo Willie, il figlio prediletto di undici anni, si ammala gravemente e muore. Verrà sepolto a Washington, nel cimitero di Georgetown. A partire da questa scheggia di verità storica - i giornali dell'epoca raccontano che Lincoln si recò nella cripta e aprì la bara per abbracciare il figlio morto - Saunders mette in scena un inedito Aldilà romanzesco popolato di anime in stallo. Il Bardo del titolo, un riferimento al "Libro tibetano dei morti", allude al momento di passaggio in cui la coscienza è sospesa tra la morte e la prossima vita. È questo il limbo in cui si aggirano moltitudini di creature ancora troppo attaccate all'esistenza precedente, come Willie, che non riesce a separarsi dal padre, e il padre, che non riesce a separarsi dal figlio. Accompagnati da tre improbabili guide di ascendenza dantesca, assisteremo allo sconvolgimento prodotto nel mondo di queste anime perse dall'arrivo di Willie Lincoln, che è morto e non lo sa, e di suo padre, il presidente, che è come morto ma deve vivere per il bene del proprio paese. Sentiremo le voci - petulanti, nostalgiche, stizzose, accorate - degli spiriti e il controcanto della storia. Leggeremo nei pensieri di Lincoln e nella mente di suo figlio, uniti da un amore che trascende il dolore e il distacco fisico. Il romanzo si svolge in una sola notte, eppure abbraccia le epoche e arriva fino a noi, spaziando in un territorio dove tutto è possibile, dove la logica convive con l'assurdo, le vicende vere con quelle inventate, dove tragedia e farsa non sono due categorie distinte e separate ma un'unica realtà indifferenziata e contraddittoria, che proprio per questo appare spaventosa e viene negata. Come si può vivere, amare e compiere grandi imprese, sapendo che tutto finisce nel nulla? Probabilmente la risposta non esiste, ma Saunders affronta questo nucleo emotivo con tutta l'onestà e la partecipazione che può metterci uno scrittore alle prese con interrogativi così enormi.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2017
31 agosto 2017
347 p., Brossura
9788807032547

Valutazioni e recensioni

Recensioni: 4/5

Il libro di George Saunders può dirsi una geniale rivisitazione dell' Antologia di Spoon River. Anche qui, i defunti che ricevono fra loro il figlioletto di Lincoln (scomparso appena undicenne) parlano della vita che si sono lasciati alle spalle, e dalla quale - forse - non si sono ancora staccati del tutto: per questo soggiornano, come il fanciullo appena arrivato, nel "Bardo", una sorta di limbo, di immaginaria "terra di mezzo", che li separa per il momento dalla definitiva destinazione oltremondana. Il romanzo dello scrittore statunitense è una sorta di articolatissima sinfonia corale, un lungo poema a più voci che occupa lo spazio di una sola notte, ma anche una sorta di concerto costituito da innumerevoli quanto opportune citazioni letterarie. Un libro molto bello ma non certo facile, poiché - come giustamente è scritto fra le note di quarta di copertina, rivoluziona non poco il concetto comune e tradizionale di romanzo.

Leggi di più Leggi di meno
Recensioni: 4/5

Nel mezzo della Guerra Civile Americana, il Presidente Lincoln vede morire il suo figlioletto di undici anni, Willie. Lo spirito di Willie, abbandonato il corpo, viene a trovarsi nel Bardo, cioè in quel luogo in cui, secondo il Buddismo tibetano, i trapassati sostano prima di poter rinascere. Lì il bambino incontra, inconsapevole del suo stato, tre spiriti guida (un omosessuale morto suicida, un tipografo morto accidentalmente prima di aver consumato il matrimonio, un reverendo in attesa del perdono per i suoi peccati) ed un corteo di altri spiriti disperati, afflitti, con la nostalgia di come erano prima e che di quel prima conservano solo i sentimenti ed i ricordi. Tante vite volate via sono ora tanti spiriti nel Bardo a cui giungono con sembianze deformate dal loro vissuto, ma pronti a riacquistare i veri connotati al momento del passaggio al livello superiore. Il Bardo è luogo di purificazione attraverso il totale distacco da ciò che si lascia. In questo potremmo leggere il significato simbolico dei tanti personaggi, che tante vite sono stati e di cui, come per contrappasso, presentano nell'attuale aspetto le caratteristiche fisiche o morali che li hanno contraddistinti: un marchio negativo della fisicità perduta. Sebbene il tema dominante sia la morte, la scelta di usare dialoghi anche interrotti, ridotti, a volte, ad uno scambio di brevi battute, conferisce vivacità e leggerezza al racconto, senza nulla togliere alla comprensione del testo. Ogni frase di uno, spesso, è l'incipit della frase di un altro: ciò dà ritmo a quel canto a più voci che si leva da ogni pagina. Di un romanzo così ricco di scene ed attori e dalla stesura che, in alcuni passaggi, lo fa sembrare una scrittura teatrale, si può apprezzare tutto: il tema, lo stile, il linguaggio (talvolta volutamente sgrammaticato o scurrile), i personaggi: comici, grotteschi, caricature di vizi e piccole manie, ma anche grandi, solenni, umani. Un'opera sorprendente, trascinante, divertente, toccante.

Leggi di più Leggi di meno
michela castellano
Recensioni: 3/5

Acquistato per la scelta di questa storia particolare, che vede Willie Lincoln finire ancora bambino del limbo dell'incertezza dopo la morte, dove altre anime lo accompagnano, sospese in attesa di un ritorno alla vita che non avverrà mai. Sono tante le anime che si sentono malate, che sanno che torneranno presto alla salute e alle loro famiglie, che non vogliono accettare di essere morte e che si emozionano quando vedono arrivare il bambino, ma ancora di più il padre che, assolutamente vivo, va ad abbracciare il corpo del figlio nella bara. Non ho particolarmente apprezzato la scrittura, spezzata, che passa dai morti alla cronaca dei vivi, creando degli stacchi a volte fastidiosi, ma ancora meno mi è piaciuto leggere volgarità buttate a caso e scritte in maniera incomprensibile. Sì, voleva far parte del contesto, del carattere, della trasformazione, ma non mi va mai giù quando in un libro trovo un dialetto, figuriamoci un italiano sgrammaticato. Nel complesso comunque non è all'altezza dello scalpore suscitato, ma nemmeno da buttare via.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,2/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(2)
4
(2)
3
(1)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

George Saunders

1958, Amarillo (Texas)

George Saunders è uno scrittore americano. Cresciuto nella periferia meridionale di Chicago, si è laureato alla Oak Forest High School a Oak Forest. Nel 1981 ha ottenuto un Bachelor of Science in ingegneria geofisica alla Colorado School of Mines a Golden in Colorado. Saunders sostiene che la sua formazione scientifica abbia una grande importanza nella sua scrittura.Dal 1989 al 1996 ha lavorato in qualità di redattore tecnico e ingegnere geofisico.Inoltre, ha fatto parte di una squadra di esplorazione petrolifera a Sumatra.Dal 1997, Saunders insegna scrittura creativa alla Syracuse University, nell'ambito del Master of Fine Arts. Parallelamente all'attività didattica, ha continuato a pubblicare opere di narrativa e raccolte di saggi.La sua raccolta di saggi forse...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Inserisci la tua mail

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore