Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Stripe top pdp Libri IT
Dati e Statistiche
Fuori di libri Post sulla Community Fuori di libri
Wishlist Salvato in 219 liste dei desideri
Disponibilità immediata
La mattina dopo
16,15 €
-5% 17,00 €
16,15 € 17,00 € -5%
Disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
16,15 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
LOMELLIBRO
17,00 € + 5,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
STUDIO BIBLIOGRAFICO ORFEO LIBRERIA ANTIQUARIA S.A.S.
12,75 € + 5,00 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
16,15 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
LOMELLIBRO
17,00 € + 5,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
STUDIO BIBLIOGRAFICO ORFEO LIBRERIA ANTIQUARIA S.A.S.
12,75 € + 5,00 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Chiudi
La mattina dopo - Mario Calabresi - copertina
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione


Dopo una perdita o un cambiamento arriva sempre il momento in cui capiamo che la vita va avanti, ma niente è più come prima, e noi non siamo più quelli di ieri. Un risveglio che è inevitabilmente un nuovo inizio.

«Sono anni che mi interrogo sul giorno dopo. Sappiamo tutti di cosa si tratta, di quel risveglio che per un istante è normale, ma subito dopo viene aggredito dal dolore.»

Quando si perde un genitore, un compagno, un figlio, un lavoro, una sfida decisiva, quando si commette un errore, quando si va in pensione o ci si trasferisce, c'è sempre una mattina dopo. Un senso di vuoto, una vertigine. Che ci prende quando ci accorgiamo che qualcosa o qualcuno che avevamo da anni, e pensavamo avremmo avuto per sempre, improvvisamente non c'è più. Perché dopo una perdita o un cambiamento arriva sempre il momento in cui capiamo che la vita va avanti, sì, ma niente è più come prima, e noi non siamo più quelli di ieri. Un risveglio che è inevitabilmente un nuovo inizio. Una cesura dal passato, un da oggi in poi . A questo momento, delicato e cruciale, Mario Calabresi dedica il suo nuovo libro, partendo dal proprio vissuto per poi aprirsi alle esperienze altrui. E racconta così prospettive e vite diverse, che hanno tutte in comune la lotta per ricominciare, a partire dalla mattina dopo. Per Daniela è dopo l'incidente in cui ha perso l'uso delle gambe, per Damiano è dopo il disastro aereo a cui è sopravvissuto, per Gemma è dopo la perdita del marito. Ma è anche un viaggio nel passato familiare, con la storia di Carlo e del suo rifiuto di prendere la tessera del fascismo, che gli costò il posto di lavoro ma gli aprì una nuova vita felice. Storie di resilienza, di coraggio, di cambiamento, storie di persone che hanno trovato la forza di guardare oltre il dolore dell'oggi, per ricostruirsi un domani. Perché, realizza Calabresi, «il giorno dopo finisce quando i conti sono regolati, quando ti fai una ragione delle cose e puoi provare a guardare avanti, anche se quel davanti magari è molto diverso da quello che avevi immaginato».
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2019
17 settembre 2019
144 p., Brossura
9788804663195

Valutazioni e recensioni

Chiara
Recensioni: 4/5
cosa succede dopo?

interessante viaggio alla scoperta di cosa succede la mattina dopo un evento importante

Leggi di più Leggi di meno
lettricedelnullacosmico
Recensioni: 5/5
Si può ancora essere felici

Un libro e una lettura a dir poco spettacolare. Spesso ci si domanda o si pensa alla mattina dopo di un grande evento, bello o brutto che sia, e un meraviglioso Mario Calabresi ce ne parla in un’ampia vastità; proprio lo scrittore riporta “Sono anni che mi interrogo sul giorno dopo. Sappiamo tutti di cosa si tratta, di quel risveglio che per un istante è normale, ma subito dopo viene aggredito dal dolore.” Ecco, è proprio questo l’incipit perfetto per una lettura così: originale, toccante e appassionante. Passiamo ad un’analisi critica: dal punto di vista narrativo è un libro scritto in maniera, oserei dire, quasi perfetta e di certo il lettore percepisce benissimo che la mano e la mente di chi lo ha scritto sono proprio di un giornalista. Le peculiarità di un giornalista nello scrivere le si nota subito e in questo caso calzano a pennello. Il libro e l’autore sono in sintonia e si nota benissimo nella narrazione; narrazione che, notiamo bene, è incalzante, porta curiosità, riporta alla mente ricordi e sensazioni ed è sinceramente autentica. Il registro linguistico è accessibile, non particolarmente ricercato ma con qualche termine meno comune in modo da ampliare il registro del lettore stesso. La divisione della narrazione in brevi capitoli trasferisce alla lettura un carattere leggero e scorrevole, le vicende sono davvero l’emblema dell’argomento: “la mattina dopo”. Racconti differenti, con mattine dopo molto diverse tra loro e che hanno portato nella vita dei protagoniste delle svolte tipiche di quelle sensazioni che, però, non anticipo ai futuri lettori. Direi che dalle mie parole si può concludere, senza alcun dubbio, che ho apprezzato moltissimo questa lettura e le sue sfaccettature e caratteristiche. Lo consiglierei? ASSOLUTAMENTE SI, Questo libro cambierà il vostro sguardo nei confronti di alcuni avvenimenti della vita e alle loro conseguenze, sarà un modo per crescere personalmente con leggerezza. Leggerezza tipica di un buon libro e di un buon scrittore.

Leggi di più Leggi di meno
Victoria
Recensioni: 4/5
consigliato

"una mattina dopo" nella vita l'abbiamo avuto tutta, Calabresi racconta la "mattina dopo" di diverse persone. Scritto molto bene e scorrevole

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

3,86/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(2)
4
(2)
3
(3)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Mario Calabresi

1970, Milano

Figlio del commissario Luigi Calabresi, Mario è giornalista ed è stato direttore della «Stampa» e di «Repubblica». È autore di Spingendo la notte più in là (Mondadori, 2007), libro dedicato alle vittime del terrorismo. Nel 2002 - insieme a Francesca Senette e Andrea Galdi - è stato insignito del premio Angelo Rizzoli per il giornalismo, e nel 2003 riceve il premio intitolato a Carlo Casalegno. Nel maggio 2011 esce il suo Cosa tiene accese le stelle (Mondadori), antologia di scritti sulle conversazioni avute con italiani "eccellenti". Tra le pubblicazioni Mondadori ricordiamo: La fortuna non esiste (2009), Cosa tiene accese le stelle (2011), Non temete per noi,...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Inserisci la tua mail

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore