Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Offerta imperdibile
Il piacere - Gabriele D'Annunzio - copertina
Il piacere - Gabriele D'Annunzio - copertina
Dati e Statistiche
Fuori di libri Post sulla Community Fuori di libri
Wishlist Salvato in 460 liste dei desideri
Disponibile in 5 gg lavorativi
Il piacere
9,50 €
-5% 10,00 €
9,50 € 10,00 € -5%
Disp. in 5 gg lavorativi
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
9,50 €
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Max 88
10,00 € + 4,00 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
9,50 €
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Max 88
10,00 € + 4,00 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Il piacere - Gabriele D'Annunzio - copertina
Chiudi

Descrizione


«Si mise a coprirla di baci rapidi e leggeri quella mano che ardeva, quel polso che batteva forte...»

Il Piacere è il primo dei tre Romanzi della Rosa di D'Annunzio, pubblicato nel 1889. La "rosa" allude alla voluttà, tema comune ed esplicito di tutti e tre i romanzi. Al centro del libro la figura di Andrea Sperelli: un conte, elegantissimo, circondato dal lusso, alto di statura, poeta e acquafortista di soave sensibilità. Abbandonato nel colmo della passione dall'amante, Elena Muti, egli cerca di dimenticarla svolazzando di fiore in fiore. Diventa così l'amante di una donna dall'inclinazione decisamente spirituale, Maria Ferres. Ma le due donne in realtà si somigliano, se non altro fisicamente. Il conte arriva a sfogare su Maria la libidine che ancora gli desta il ricordo della prima amante, fino al momento in cui non gli sfuggirà uno scambio di nome che renderà evidente il vero oggetto della sua passione. Il romanzo più riuscito e giustamente più famoso di D'Annunzio, accompagnato da un rigoroso apparato critico.

Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2015
Tascabile
17 giugno 2015
379 p., Brossura
9788807901997

Valutazioni e recensioni

OndinaRosa
Recensioni: 5/5
capolavoro

Imperdibile

Leggi di più Leggi di meno
Miry82
Recensioni: 5/5
La storia di Andrea Sperelli

In questo che è il primo romanzo di D’Annunzio si narra la storia del conte Andrea Sperelli, giovane, di bell’aspetto, artista e raffinato esteta, un personaggio in cui si riflette l’esperienza dell’autore della Roma di fine Ottocento. Egli nella sua ricerca del piacere ha smarrito il senso morale che in lui è stato sostituito dal senso estetico e tende all’ambizione di fare la propria vita come si fa un opera d’arte (in ciò si può intravedere un desiderio di sfuggire alla crisi di valori di cui è testimone la società) ma risulta avere una personalità debole, poco risoluta, che lo porterà a vivere amori tormentati e difficili (lasciato dalla donna amata intraprende poi una relazione con una donna sposata). A fare da sfondo a questa storia, la città di Roma, descritta molto bene soprattutto per quanto riguarda i luoghi in cui si svolgono le vicende narrate nonché l’espressione delle sensazioni suscitate dalla bellezza (sia delle opere d’arte che della musica)

Leggi di più Leggi di meno
 .
Recensioni: 5/5

pur non amando l’autore, non posso non riconoscere la bellezza di questo romanzo

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,59/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(18)
4
(3)
3
(2)
2
(1)
1
(0)

Conosci l'autore

Gabriele D'Annunzio

(Pescara 1863 - Gardone Riviera, Brescia, 1938) scrittore italiano. La vita e le opere Debuttò giovanissimo con la raccolta di versi Primo vere (1879), cui seguì nel 1882 Canto novo, nel quale è evidente l’imitazione di G. Carducci temperata da una già personale vena sensuale e naturalistica. A Roma, dove iniziò (ma non concluse) gli studi alla facoltà di lettere, D’A. visse all’insegna della mondanità e dell’estetismo, sempre alla ricerca di nuove sensazioni in nome di un compiaciuto erotismo al quale sarebbe rimasto fedele sino alla fine con ossessive varianti. Dal decadentismo europeo assimilava, intanto, ideali di sensibilità e di raffinatezza e il gusto del tecnicismo formale: nacquero così, accanto...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Inserisci la tua mail

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore