Img Top pdp IT book
Salvato in 167 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Neuromante
10,62 € 12,50 €
;
LIBRO
Venditore: laFeltrinelli
+110 punti Effe
-15% 12,50 € 10,62 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
10,62 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
10,62 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Neuromante - William Gibson - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Neuromante William Gibson
€ 12,50
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

Un mondo di cupa delinquenza e di elevata tecnologia, di droghe e computer, di traffico nero di organi umani, di popolosi quartieri dove si aggira il più squallido sottobosco umano. In questo mondo si muove Case, un tempo il miglior "cowboy" d'interfaccia, che, con la mente, riusciva a entrare e a muoversi nel "cyberspazio", dove la sua essenza disincarnata frugava nelle banche dati di ricchissime multinazionali per rubare le informazioni richieste dai suoi mandanti. Dopo aver cercato di ingannare alcuni di loro, il suo sistema nervoso è stato danneggiato in maniera tale da non poter più entrare nel "cyberspazio". Ma adesso gli viene offerta una nuova possibilità e sta soltanto a lui sfruttarla a dovere...
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

1
2017
Tascabile
3 marzo 2017
266 p., Brossura
9788804679394

Valutazioni e recensioni

3,5/5
Recensioni: 4/5
(2)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(1)
1
(0)
Renato Mastrulli
Recensioni: 5/5

William Gibson è un visionario nella migliore accezione del termine. Questa storia è una visione futuristica dell'interconnesione fra uomini e macchine, fra reale e virtuale, fra sentimenti e ragione, fra percezione e rappresentazione. L'autore pone l'accento su questa connessione con varie figure retoriche che si estendono per tutta la storia. Prima fra tutte la personificazione. Inculca una coscienza e una personalità alle macchine per renderle umane. Al contrario trasforma le persone in macchine con impianti cyborg, è il caso di Molly, o in burattini manovrati da intelligenze artificiali, è il caso di Armitage, o in pura coscienza a fini informatici, è il caso di Flatline. In questo modo, sottolinea anche l'eccessiva importanza attribuita alle concezioni mentali, dati astratti, a scapito dell'esperienza corporea, dati fisici. Lo fa in termini distopici. Ritrae un mondo dalla tecnologia avanzata ma degradato, dove le persone possono essere svuotate della loro personalità per diventare pupazzi, le città sono costruite nello spazio con proiezioni olografiche per renderle gradevoli, il malaffare si diffonde con colpi informatici. Case incorpora tutto ciò. Quando non può collegarsi al cyberspazio, rifugge le sue sensazioni corporee e desidera le connessioni neurali che non può avere. Quando può tornare alla sua esistenza puramente cerebrale, comincia ad ascoltare le sue sensazioni corporee. Forse perché ha potuto collegarsi al sistema sensoriale di Molly, ha ascoltato le sue percezioni e il dolore causato dalle ferite in missione. Alla distopia si contrappone un'esplosione sensoriale, soprattutto visiva, con una sorta di sinestesia che ritrae informazioni, persone e programmi all'interno del cyberspazio con vivide rappresentazioni colorate. Rappresentazioni che compongono la matrice, una realtà virtuale, dove le intelligenze artificiali amalgamano ricordi olfattivi e uditivi. Credo che in questo Gibson sia un precursore e perciò "Neuromante" è un cult della fantascienza. Emblematica è la descrizione degli attacchi informatici di Case che sono descritti come assalti e incursioni in luoghi reali sebbene immaginari. Di pari passo l'azione si svolge fuori dalla matrice perché qui si trova l'ostacolo insormontabile per le intelligenze artificiali, ossia sistemi di chiusura antiquati e conoscenze possedute dagli umani. Significativo è il fatto che Dixie "Flatline" parla come fosse una persona reale con coscienza e volontà, sa di essere un programma che esiste all'infinito senza alcuno sviluppo e infatti alla fine della missione vuol essere cancellato. Lo stesso Case dovrà distinguere fra reale e virtuale per scegliere se diventare un'eterna coscienza della matrice o continuare la sua vita mortale fuori da essa. Il libro è ricco di idee futuristiche e fantastiche che si legano alla nostra esistenza. Unica pecca: a tratti la lettura è difficile perché non sempre Gibson riesce a descrivere le sue idee in modo chiaro, ma di certo "Neuromante" è una storia da leggere assolutamente.

Leggi di più Leggi di meno
Davide Marangoni
Recensioni: 2/5

I cambi di scena sono improvvisi e non dichiarati, le azioni dei personaggi imperscrutabili e le descrizioni pensate fin dall'inizio per un ipotetico lettore che faccia parte del mondo descritto (e purtroppo la sensazione di non cogliere il senso delle frasi non scompare con l'abitudine): è un po' imbarazzante, ma onestamente ho solo una vaga idea di ciò che ho appena letto, la maggior parte del libro l'ho passata a chiedermi cosa stesse succedendo. Per di più ho anche una discreta familiarità con il mondo dell'informatica, che comunque non è riuscita a facilitarmi la comprensione di nulla di ciò che riguarda il cyberspazio. Mi dispiace molto, viste le aspettative che avevo per quello che ho più volte sentito definire "capolavoro".

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

3,5/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(1)
1
(0)

Conosci l'autore

William Gibson

1948, Conway (Carolina del Sud)

William Gibson (Conway, 1948) è uno scrittore statunitense di fantascienza. All'età di diciannove anni si trasferì in Canada per evitare l'arruolamento per il Vietnam. Nel 1977 si laureò in letteratura inglese a Vancouver, dopodiché partì per l'Europa, dove visse viaggiando per un anno. Rientrò a Vancouver, città nella quale vive ancor oggi, per permettere alla moglie di completare gli studi universitari.Nel primo romanzo, Neuromante (Neuromancer, 1984), che ha inaugurato il genere cyberpunk, l’esistenza umana del prossimo futuro appare drammaticamente plasmata dalla rivoluzione informatica. Altre opere: La notte che bruciammo Chrome (Burning Chrome, 1986), Monna Lisa cyberpunk (Mona Lisa overdrive, 1988), Luce virtuale (Virtual...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore