;
Niente - Janne Teller - copertina
Salvato in 17 liste dei desideri
attualmente non disponibile attualmente non disponibile
Info
Niente
11,40 € 12,00 €
LIBRO
Dettagli Mostra info
Niente 110 punti Effe Venditore: IBS
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
11,40 €
Disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
11,40 €
Disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Niente - Janne Teller - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Niente Janne Teller
€ 12,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

"Se niente ha senso, è meglio non far niente piuttosto che qualcosa" dichiara un giorno Pierre Anthon, tredici anni. Poi, come il barone rampante, sale su un albero vicino alla scuola. Per dimostrargli che sta sbagliando, i suoi compagni decidono di raccogliere cose che abbiano un significato. All'inizio si tratta di oggetti innocenti: una canna da pesca, un pallone, un paio di sandali, ma presto si fanno prendere la mano, si sfidano, si spingono più in là. Al sacrificio di un adorato criceto seguono un taglio di capelli, un certificato di adozione, la bara di un bambino, l'indice di una mano che suonava la chitarra come i Beatles. Richieste sempre più angosciose, rese vincolanti dalla legge del gruppo. È ancora la ricerca del senso della vita? O è una vendetta per aver dovuto sacrificare qualcosa a cui si teneva davvero? Abbandonati a se stessi, nella totale inesistenza degli adulti e delle loro leggi, gli adolescenti si trascinano a vicenda in un'escalation d'orrore. E quando i media si accorgono del caso, mettendo sottosopra la cittadina, il progetto precipita verso la sua fatale conclusione. Il romanzo mette in scena follia e fanatismo, perversione e fragilità, paura e speranza. Ma soprattutto sfida il lettore adulto a ritrovare in sé l'innocente crudeltà dell'adolescenza, fatta di assenza di compromessi, coraggio provocatorio e commovente brutalità.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2012
10 ottobre 2011
119 p., Brossura
9788807018855

Valutazioni e recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
(1)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Recensioni: 5/5

Se già dai primi secondi di vita iniziamo a morire, che senso ha vivere? Qual è il significato della vita, la trama di un racconto, se conosciamo già la fine? Queste domande sono il filo conduttore dell’intera esistenza, e del romanzo, sono le paure dei singoli protagonisti, sono le perplessità di chi legge, sono il prologo, l’epilogo e il senso stesso della storia: è tra l’inizio e la fine che sta il corpo di un racconto, come la vita, che non è la nascita e non è la morte ma è il trascorrere, l’esserci. Dunque il senso della vita è darle un senso, una forma, seguendo l’opera ipotetica di uno scultore e l’evolversi della massa informe capiamo che noi soltanto siamo gli artefici di tutto, senza attenuanti, senza suggerimenti, senza ingerenze, la vita è nostra e nessun altro mai potrà darle significato, nessuno mai potrà toglierglielo.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Janne Teller

1964, Copenaghen

Janne Teller, laureata in Scienze economiche, ha lavorato per sette anni per le Nazioni Unite e per l’Unione europea a New York, Bruxelles, in Mozambico e in Tanzania prima di dedicarsi alla scrittura. Il suo primo romanzo L’isola di Odino (Iperborea, 2001) le ha dato immediato successo in patria ed è stato tradotto in vari Paesi. Il secondo romanzo Niente (Feltrinelli, 2014), ha suscitato scalpore e controversie, e le è valso il premio del ministero della Cultura danese e il premio Libbilyt in Francia. Sempre con Feltrinelli ha pubblicato: Immagina di essere in guerra (2014) ed È la mia storia (2019).

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore